Città Vizzini

Vizzini
  • Municipio 0933.1937251 – 0933.252-253
  • Ufficio Turistico 0933.1937319
  • Polizia Municipale 0933.965674 – 0933.1937371

È un comune di circa 6.500 abitanti della città metropolitana di Catania.

LA STORIA

Vizzini è una delle più antiche città della Sicilia.
Le prime notizie certe si riferiscono alla tarda età del bronzo. A tale periodo risale un “ripostiglio” rinvenuto dal barone Ippolito Càfici ricadente nella Contrada “Tre canali”, i cui reperti vengono custoditi ed esposti nel Museo Regionale “Paolo Orsi” di Siracusa.
Tra le fonti più attendibili, riferibili rispettivamente all’epoca greca e romana, citiamo lo storico Tucidide, Cicerone (nelle Verrine) e Plinio. Dopo i Greci e i Romani, la città fu dominata dai Bizantini e poi dagli Arabi. Del periodo saraceno rimane un’iscrizione in un trittico conservato nell’attuale Chiesa Madre che documenta l’incendio patito da Vizzini in quell’epoca, quando l’abitato era circoscritto soltanto alla cima del colle detto “Castello” ed era attorniato da alte mura per ragioni di difesa (oggi ne rimane traccia in un solo punto in cui emerge una delle torri di difesa).

Sotto i Normanni fu governata dal conte Roberto; durante il Medioevo conobbe la signoria feudale degli Alagona e dei Chiaramonte, che la ressero per molto tempo; fu tra le cinque città “reginali” dell’Isola, particolarmente amata dalla regina Bianca; insignita nel 1540 del titolo di obbedientissima durante il regno di Carlo V; venduta nel 1629 da Re Filippo IV e comprata da Nicolò Schittino nel 1693. Infine, rasa al suolo dal terremoto del 1693 e rinata.

L’odierno territorio comunale si pone in una singolare posizione geografica fra le province di Ragusa, Siracusa e Catania, adagiato sulle ultime propaggini dei monti Iblei, con aspetti morfologici singolari, altipiani solcati e scavati dalle acque e numerose grotte carsiche variamente utilizzate nei secoli come abitazioni, luoghi di culto e sepolture. Nonostante le colline intorno all’abitato siano state, nei secoli scorsi, disboscate e intensamente coltivate, si conservano ancora zone di macchia mediterranea. La duplice natura del territorio, in parte sedimentaria, con evidenze fossili e fittili in superficie, e in parte vulcanica, al centro di due antichi sistemi eruttivi (monte Lauro e monte Altore), ne ha fortemente condizionato il paesaggio oltre che l’architettura.

Nelle vicinanze del centro abitato si trovano diversi torrenti: due, in particolare (il Masera e il Fiumegrande), costeggiano una delle colline di fondazione del centro siculo. Lungo i corsi d’acqua sono sorti diversi mulini, quasi tutti a ruota orizzontale: molti di essi sono ancora presenti nel territorio, spesso all’interno di aree molto interessanti dal punto di vista paesaggistico, come nel caso dei mulini in contrada Paratore e Rubbalà, che in taluni casi conservano l’originale struttura cinquecentesca. Queste permanenze architettoniche risultano particolarmente suggestive, oltre che interessanti, lungo il fiume, immediatamente ai confini di una vasta area boschiva demaniale (il Parco Canalazzo) che ha al suo interno anche un vasto parco archeologico denominato Casasia, oltre ad un’area attrezzata.

EVENTI ANNUALI

Pasqua – Riti della Settimana Santa

Processioni del Cristo alla Colonna e dell’Addolorata

Domenica di Pasqua con la tradizionale “Cugnunta”

Sagra della Ricotta e del Formaggio (aprile)

“Festa dei Sapori e dei Saperi nelle terre del Verga”

Folklore, gastronomia e spettacoli

Festa di San Giuseppe

Processione del fercolo per le vie della città e tradizionale

“asta dei doni” offerta al Santo. Spettacolo di fuochi d’artificio

Festa di Maria SS. dell’ Odigitria (martedì dopo la domenica di Pentecoste)

Festa della Madonna dell’Odigitria, patrona della Sicilia

Processione della statua della Madonna con ricchi fuochi d’artificio

Festa di S. Giovanni Battista (28 e 29 agosto)

Festa del martire S. Giovanni Battista

Processione del fercolo cinquecentesco e finale di fuochi pirotecnici

Manifestazioni Verghiane (luglio e agosto)

Ciclo di rappresentazioni teatrali tratte dalle novelle del famoso scrittore vizzinese, che vengono messe in scena negli stessi quartieri in cui l’autore immaginò svolgersi i fatti

Quartiere in Festa

Nella suggestiva cornice della città verghiana, “Quartiere in Festa”, evento finalizzato a promuovere il centro storico di Vizzini e rivalutare quei quartieri ed il loro grande patrimonio di beni culturali

Festa di San Gregorio Magno (2 e 3 settembre)

Solenne celebrazione eucaristica e processione della statua

del Santo patrono lungo le principali vie cittadine

Presepe Verghiano (periodo natalizio)

Una suggestiva rappresentazione teatrale presso il Teatro Cunzirìa, borgo antico divenuto celebre per il duello tra compare Alfio e Turiddu

Non sono presenti Attrazioni accesibili ai disabili in questo Comune.