Città Mineo Castello DUCEZIO

Castello DUCEZIO

Via Castello, 23, 95044 Mineo CT, Italia

Castello DUCEZIO

In origine si trattava di un fortilizio difensivo utilizzato ai tempi del re siculo Ducezio, posto nel punto più alto della città.

In origine si trattava di un fortilizio difensivo utilizzato ai tempi del re siculo Ducezio, posto nel punto più alto della città. Decaduto durante le dominazioni greche e romane, venne trasformato in castello nel periodo medievale. Da alcune notizie storiche si evince che la struttura era composta da 12 torri esagonali laterali disposte intorno a un triplice atrio con torre maestra ottagonale al centro e la magnificenza delle sale.

Dell’originaria struttura (V sec. a. C.) restano i ruderi a seguito del terremoto del 1693, mentre quasi intatta si conserva la torre centrale a forma ottagonale. Presso questo castello, l’8 febbraio 1361 Federico III e Costanza d’Aragona celebrarono il loro matrimonio.

Unico svago del marchese era la passeggiata, lassù, su la spianata del Castello, tra le rovine dei bastioni e delle torri abbattute dal terremoto del 1693. Ne rimaneva ben poco. Il marchese grande, come chiamavano suo nonno quando viveva, non aveva avuto scrupoli di servirsi delle pietre intagliate di quelle storiche rovine, per rivestirne la facciata della sua casa; e nessuno aveva osato opporsi a quell’atto di vandalismo.

Da “Il Marchese di Roccaverdina” di Luigi Capuana