Città Mineo Chiesa di S. Francesco

Chiesa di S. Francesco

Via Roma, 14, 95044 Mineo CT, Italia

Chiesa di S. Francesco

All’interno si trovano gli altari dedicati a S. Francesco di Paola (con la tela del ’600, una delle più antiche e artistiche della città)

Indicazioni stradali

Fu costruita contemporaneamente all’adiacente convento dei frati Minori nel 1450. Distrutto dal terremoto del 1693, venne ricostruito nel’ 700 e rimase aperto fino al 1867 perchè soppresso dalla Legge e i suoi beni confiscati dallo Stato che lo concesse in uso al Comune per finalità educative e culturali. Difatti, fu adibito a scuola elementare, scuola professionale agraria, scuola media e materna.

La chiesa possiede pregevoli opere d’arte. All’esterno si notano l’ottocentesco portone d’ingresso, mentre nella parete di sinistra è inglobato un pregevole portale quattrocentesco, probabilmente quello originario. All’interno si trovano gli altari dedicati a S. Francesco di Paola (con la tela del ’600, una delle più antiche e artistiche della città), a S. Antonio, a S. Giovanni Battista (statua in legno del Settecento siciliano), a S. Francesco d’Assisi (titolare della chiesa), all’Immacolata, a S. Barbara e S. Chiara d’Assisi, al Crocifisso e al Bambino di Praga. Nell’altare maggiore, la statua dell’Immacolata, molto cara ai Memenini, risale agli inizi del’700 ed è in cartapesta lavorata con oro zecchino. Merita di essere menzionato anche il pulpito in legno del ’700 e l’antico organo.

Dinanzi la bottega per fortuna c’è uno spiazzo che dà sulla salita San Francesco dove, nascosta dalle case, s’alza una vecchia statua della Regina degli Angeli con una corona di ferro arrugginito attorno al capo e una testa del Diavolo che si sgretola sotto i piedi…

Da “Il sarto della stradalunga” di Giuseppe Bonaviri