Casa natale di Giuseppe Bonaviri

Casa natale di Giuseppe Bonaviri

via ducezio mineo ct

Mineo > Casa natale di Giuseppe Bonaviri

Luogo a cui Bonaviri rimase più legato, tanto da farne oggetto del suo primo romanzo, Il sarto della stradalunga,

Giuseppe Bonaviri nacque l’11 luglio 1924 in questa casa del cortile Baudanza (il “vicolo blu”), primo dei cinque figli di Settimo Emanuele (don Nanè), sarto, e di donna Giuseppina Casaccio, casalinga. L’abitazione si trova quasi sulla via Ducezio, la cosiddetta “stradalunga”, ed è il luogo a cui Bonaviri rimase più legato tanto da farne oggetto del suo primo romanzo, Il sarto della stradalunga, apprezzato da Elio Vittorini e pubblicato nel 1954 da Einaudi nella nuova collana “I gettoni”.

Abitavamo in vicolo Baudanza a cui si accedeva, sulla destra, a metà della salita della stradalunga. Dopo una trentina di passi, il vicolo svoltava ad angolo retto per internarsi, stretto, e finire contro la casa del vecchio Incatasciato, su un fondo di terra indurita da sassi, di colori diversi. Sulle crepe dei muri perenne cresceva la parietaria in ciuffi solitari. Allora vi stavano nove famiglie.

Da “Il vicolo blu” di Giuseppe Bonaviri

Indicazioni stradali

Servizi