Pasticceria Svizzera Caviezel

Pasticceria Svizzera Caviezel

Via Etnea, 200, Catania, CT, Italia

Catania > Pasticceria Svizzera Caviezel

Si dice che anche Giovanni Verga, passeggiando per via Etnea, si fermasse spesso nella pasticceria per gustarne le specialità, soprattutto i sorbetti.

Agli inizi del ’900, lo svizzero Alessandro Caviezel e il suo amico Ulrico Greuter, sostenuti da alcuni conterranei trapiantati a Catania, rilevarono il caffè di don Vincenzo Tricomi trasformandolo in un raffinatissimo luogo dove assaporare deliziosi gelati e sorbetti e ineguagliabili pizzette dal sapore unico. Il segreto stava nell’uso di materie prime di primissima qualità e nel bilanciamento degli ingredienti mescolati secondo tradizione.

La sede centrale si trovava in via Etnea 200 (dirimpetto La Rinascente) e fu inaugurata nel 1914. Le vetrine erano così raffinate e così ricche di dolci che ogni giorno catturavano l’attenzione di tutti i passanti. Si dice che anche Giovanni Verga, passeggiando per via Etnea, si fermasse spesso nella pasticceria per gustarne le specialità, soprattutto i sorbetti.

Alla pasticceria centrale si aggiungeva la succursale di via Etnea 32, tra piazza Duomo e piazza Università, aperta nel 1927. Rinomati i banchetti che Caviezel organizzava presso i salotti dell’aristocrazia catanese.

Alla moglie bastava poter restare lei in città, ricevere le amiche ai piedi del letto grande, chiacchierare per ore con esse, uscire per la via Etnea, entrare un momento alla pasticceria Svizzera per vedere chi c’era e fermarsi a parlare con le altre signore.

Da “La Cugina” di Ercole Patti

Indicazioni stradali

Servizi