Chiesa di San Vincenzo e Torre del Cannizzo

Chiesa di San Vincenzo e Torre del Cannizzo

Chiesa San Vincenzo, Via San Vincenzo, Castiglione di Sicilia, CT, Italia

Castiglione di Sicilia > Chiesa di San Vincenzo e Torre del Cannizzo

Il Cannizzu, di recente restaurato, è dislocato proprio in uno dei siti più incantevoli del paese

Questo momumento è accessibile ai disabili

Torre ‘U Cannizzo’

La cosiddetta Torre “’U Cannizzo”, uno dei simboli stessi di Castiglione, dal punto di vista architettonico, è un edificio imponente ed è leggermente più larga alla base; alta circa sei metri, con un raggio di circa tre metri, fatta con arenaria locale squadrata. La sua origine risale tra il XII e il XIV secolo, e l’erudito Filoteo, alla fine del 1500, la descrive così: “Per la parte di ponente ad un tiro di balestra vi è una fortissima torre rotonda, fondata sopra un altissimo sasso, cinto d’altissime rupi e balze di stupenda profondità, dove per un solo passo e con gran malagevolezza vi si può andare, fabbricata di vive pietre quadrate, dove ancora un altro poggetto è una chiesa della medesima fabbrica dedicata alla trinità”.

La fortezza si trovava fuori le mura di cinta della città e fu la prima roccaforte ad essere espugnata da Federico II re di Sicilia, quando nel 1301 riconquistò il feudo, togliendolo a Ruggiero di Lauria. Molto probabilmente, faceva parte di una fortificazione più complessa, detta Cittadella, ed era sicuramente un posto di vedetta. Infatti, collocata in uno dei siti più incantevoli del territorio (caratterizzato da una parete a strapiombo inframmezzata da stretti passaggi tra blocchi di arenaria, con diverse grotte di origine eolica, che un tempo ospitavano comunità umane, ed un rigoglioso fiorire di ulivi, viti, fichidindia ed altri alberi da frutta), domina dall’alto la valle dell’Alcantara.

Una leggenda racconta che fu colpita da un fulmine e divisa a metà, ed oggi la “cicatrice di cemento”, frutto di un recente intervento di restauro conservativo, rimane a testimonianza di questo episodio.

Chiesa di San Vincenzo

La Chiesetta dedicata a San Vincenzo Ferreri, è tutto ciò che rimane dell’originaria struttura che componeva l’Abbazia della Trinità, ultima abitazione dei monaci Cassinesi a Castiglione. Le origini e la genesi dell’istituzione dell’ordine Cassinese in Castiglione, prima sotto il titolo di Priorato e poi in Abbazia della SS. Trinità, sono molto incerte. Uno dei pochi elementi sicuri riguarda la località dove si trovava la prima abitazione dei Cassinesi, intorno al 750, nel sito dove sorge il monumento di San Nicola, in riva al mare. I monaci, però, abbandonarono quel sito ed intorno il 1400 trovarono ospitalità in una parte della Chiesa di San Pietro, che durante la loro permanenza, fu chiamata Convento dei Padri di San Benedetto. Successivamente, essi presero la decisione di creare una loro abbazia, che potesse diventare punto di riferimento stabile, scegliendo l’ex Cittadella, nella quale vi si trasferirono definitivamente nel 1439.

La Chiesa di S. Vincenzo, attualmente, è proprietà privata insieme al fondo su cui sorge, ed ha dato il nome ad un nuovo quartiere di Castiglione, sorto negli ultimi vent’anni grazie all’aumento della popolazione residente.

Indicazioni stradali

Servizi